Arte e cultura sul Montjuic

La città di Barcellona si estende tra due colline, il Tibidabo a ovest e il Montjuic a sud.

Quest’ultima ha un’altitudine di quasi 200 metri e la sua vicinanza al mare l’ha portata nei secoli a diventare punto di osservazione dei nemici che cercavano di attaccare Barcellona.

Sul versante che si affaccia sulla città sono sorti negli ultimi 100 anni diversi punti di interesse artistico-architettonico-culturale.

Dal castello in cima al Montjuic e scendendo verso Plaza d’Espana si incontrano, in ordine, la Fondazione Joan Mirò (ospitata in una sede progettata dall’architetto Josep Lluis Sert), il museo archeologico della Catalogna, il museo etnologico, il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna (MNAC), ospitato nel Palau Nacional costruito in occasione dell’Esposizione Internazionale del 1929, il celebre Padiglione di Mies van der Rohe (padiglione tedesco all’Esposizione Internazionale del 1929) e il CaixaForum, spazio espositivo di proprietà della banca catalana Caixa che si impegna nella promozione di ogni forma d’arte, la sede è la Fabrica Casaramona, ex fabbrica tessile riadattata.

Alle spalle del MNAC sorge anche l’Anella Olimpica, il gruppo di impianti costruiti per le Olimpiadi del 1992.

Il Montjuic offre anche un’ampia scelta tra parchi, giardini e mirador.

background